Allegri nuovo tecnico dei bianconeri: nuovi moduli e credenziali

juventusDopo l’addio di Antonio Conte, che ha di fatto sancito la fine di un ciclo in bianconero, con tre campionati italiani vinti consecutivamente, i tifosi della Juventus si trovano a dover seguire un nuovo timoniere, che, oltre ad essere un ex-Milan, porterà anche novità importanti nel modulo della squadra.

La squadra era ormai abituata a giocare con i tre difensori centrali dietro, due ali-terzini in grado di ricoprire tutta la fascia con costanza, tre interni con Pirlo perno centrale, e due punte, una mobile e una statica. Bene, tutti con Conte avevano un compito e sapevano ormai i movimenti che dovevano essere fatti durante la partita. Con Max Allegri, la difesa tornerà a 4, con il centrocampo che oltre a muscoli (pochi) richiederà tanta fantasia. Al Milan infatti, Allegri ha spesso adottato 3 moduli principali, il 4-3-1-2, il 4-2-3-1 e il 4-3-3 con ali offensive, di fatto attaccanti. La Juventus cambierebbe radicalmente, non solo nel modulo, ma anche negli attori in campo.

Se Pirlo ha avuto garanzie, e Buffon è perno e capitano, il solo Tevez oltre ai due nazionali dovrebbe essere sicuramente in campo in tutti i moduli (forse meno nel 4-3-3). Con due centrali dai piedi buoni (fuori Chiellini), due terzini abili, come Asamoah e Liechtsteiner (ma potrebbe partire, con Abate pronto ad arrivare), un mediano di corsa e uno in regia, Vidal e Pirlo (oppure Pogba al fianco di Pirlo), tre fantasisti dietro l’unica punta (Llorente o Morata), ossia Tevez, e due mancanti. Vidal potrebbe, rimanendo in bianconero, fare anche il trequartista d’inserimento, ma Marchisio, visto anche l’arrivo di Pereira dall’Udinese, potrebbe non vedere il campo.

I cambiamenti nella nuova Juve 2014-15 non riguardano solo i moduli e gli interpreti, ma influenzano e non poco anche la credibilità presso gli scommettitori. Se dapprima i bianconeri risultavano i favoriti assoluti per il ‘poker’ di vittorie, adesso le altre sono in rimonta. Secondo i migliori pronostici calcio adesso le credenziali della Juventus sono in calo, con quote che lievitano, scendono quelle della Roma, adesso alla pari, quasi, dei bianconeri. Se i bookmakers davano i bianconeri come strafavoriti per la vittoria finale, per il quarto anno di fila, dopo lo scossone Conte-Allegri, e anche per il mercato che sta facendo Sabatini, la Roma adesso è in prima fila al fianco della Juve, con Napoli, Fiorentina e Inter alle spalle.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *