Come scegliere il giusto tappeto in fibra sulla base del materiale

Nella scelta del giusto tappeto, il materiale di cui è composto è certamente uno degli elementi più importanti. In tal senso, il nylon supera sicuramente tutte le altre fibre in termini di durata, resilienza e facilità di manutenzione. Si tratta dunque di una buona scelta se volete che il tappeto abbia una durata di un decennio o anche più, oppure per aree ad alto traffico e in case con bambini e animali domestici.

Le fibre di nylon di qualità superiore sono “marchiate” e la lor etichetta riporterà termini come “100% Mohawk Nylon” o “100% Stainmaster Tactesse”. Le fibre di nylon di qualità inferiore “senza marchio”, o elencate semplicemente come “100% nylon”.

In alternativa, si può optare per la Triexta, una fibra derivata in parte dallo zucchero di mais. Ha proprietà anti-macchia davvero eccellenti e ha anche una buona capacità di recupero, sebbene sia troppo presto per dire se corrisponderà alla durabilità del nylon nelle aree ad alto traffico. A causa della sua superiore resistenza alle macchie, è una buona scelta se avete bambini piccoli o animali domestici.

Il poliestere (chiamato anche PET) è antimacchia, molto morbido e lussuoso da sentire sotto i piedi. Disponibile in diversi colori intensi e vivaci, è tuttavia più difficile da pulire, e non è resistente come il nylon. Infine, esiste la il polipropilene, una fibra attraente e poco costosa che non sbiadisce facilmente, ma non è resistente come il nylon. Ha una buona resistenza alla macchia, statica e alla muffa.

E voi che ne pensate? Quale materiale avete scelto per il vostro ultimo tappeto in fibra? E rifareste la stessa scelta oppure preferireste optare per qualche altro materiale “concorrente”? Fateci sapere la vostra opinione… e i vostri consigli!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *