Dipingere la casa al mare

sea homeAnche le seconde case necessitano, periodicamente, di un piccolo restyling. Non si tratta solo di una questione di gusti, ma anche di mantenere sano e in ordine l’ambiente. L’imbiancatura della casa è un’opera di manutenzione ordinaria, che andrebbe svolta almeno ogni 4-5 anni.


Che tipo di rivestimento

Sono tanti i prodotti che si possono utilizzare per le pareti della casa al mare. Tipicamente si preferiscono le tempere o i colori acrilici, che non sono particolarmente costosi e che consentono un’imbiancatura periodica molto veloce e a rapida asciugatura. Per avere dei consigli in merito si può anche contattare imbianchino roma easy, per ottenere anche un preventivo per l’imbiancatura della casa al mare. Le pareti della casa al mare sono generalmente ben aerate e gli ambienti sono arieggiati periodicamente; è improbabile che ci siano problemi di muffe o di macchie di umidità. In caso contrario prima di imbiancare è opportuno posare un rivestimento anti muffa, che consente di evitarne la formazione.

Non solo pittura

Negli anni ’70 e ’80 in Italia erano ancora molto diffuse le carte da parati, che in seguito sono praticamente sparite dall’utilizzo comune. Oggi questo tipo di rivestimenti stanno tornando di moda, complice anche un diverso metodo di utilizzo. Un tempo la carta da parati si utilizzava per l’intera stanza e aveva toni delicati e disegni sobri. Oggi sono invece disponibili carte da parati molto vistose e decorative, che sono usate anche solo per alcuni particolari della stanza, magari per una singola parete. Per la casa al mare questo tipo di decorazione può essere particolarmente utile, soprattutto all’ingresso o nella zona giorno. Tra le carte da parati disponibili in commercio sono infatti presenti anche materiali idrorepellenti, che si possono perfettamente pulire con un panno umido, a volte anche con detergenti. In questo modo si ha la sicurezza di poter ripulire le pareti della casa al mare, per avere sempre ambienti freschi e chiari.

Che colori scegliere

La seconda casa viene di solito vissuta soprattutto in estate, quando la luce del sole è molto intensa. Nonostante questo si tendono a prediligere tonalità chiare, come il bianco o l’azzurro, che aiutano a rendere più grande ed ariosa la casa, anche nel caso in cui si tratti di un appartamento di dimensioni contenute. I colori disponibili sono però veramente tanti, si possono scegliere anche tonalità accese, come il blu o l’arancione, che danno subito più allegria alle lunghe giornate estive.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *