Forex trading: investimento sicuro?

forex brokerCome evitare di perdere il proprio capitale e di ricavare dei profitti con attività di trading nel mercato forex?

A questa domanda rispondono molte risorse on line che dettano norme e regole per illustrare la convenienza di un investimento in borse, e nello specifico per chi lo sceglie, nel mercato delle valute, senza incorrere nei rischi che comporta e che vanno valutati alla luce di alcune considerazioni.

Per approfondimenti sulle principali misure da adottare una volta deciso di intraprendere queste attività, potete leggere questa risorsa ricca di spunti interessanti per chi vuole iniziare ad investire in borsa (http://www.borsaedati.it/guide/conviene-investire-in-borsa/).

In questa guida al forex trading sicuro illustriamo alcuni aspetti che vanno considerati con estrema cura del dettaglio per iniziare questa attività con consapevolezza.

Iniziamo con un assunto che va preso esattamente alla lettera: il forex trading è un mercato fluttuante, che gira attorno alle valute e al loro destino, che può cambiare anche in una sola manciata di minuti.

Un’abilità, fra quelle che deve coltivare il forex trader, è tentare di anticipare, per quanto sia possibile, il mercato. Tradotto in termini pratici ciò significa aprire una posizione per ottenere un profitto dai futuri movimenti del mercato al rialzo o al ribasso.

Un’operazione sbagliata comporta il rischio di veder azzerato il proprio conto se non si dispone di capitale elevato e soprattutto se non si usano gli strumenti e gli ordini che limitano le perdite, come gli stop loss. Questa misura serve proprio a garantire dei margini di recupero laddove le oscillazioni delle valute possono avvenire con estrema rapidità.

A questo scopo, anche la leva, ovvero il capitale che riceviamo in prestito dal broker, serve ad amplificare la dimensione del nostro capitale iniziale. Leva e margine sono due concetti fondamentali per chi investe nel mercato forex, parte di una strategia più complessa, quella della gestione del capital, in gergo indicata come “money management”.

Sono indispensabili ad un buon trader lo studio costante e approfondito, tempismo e formazione sul campo, tutti elementi che possono rendere il forex trading un’attività lucrativa vera e propria. Passo passo ora stabiliamo i punti di una strategia per ottenere guadagni con il mercato forex:

1. La scelta del broker!

I trader privati che svolgono a questa attività, quindi investono nel mercato forex per ricavarne un profitto, possono farlo attraverso degli intermediari, ovvero broker e società di trading online. La scelta del broker e di intermediari validi può garantire un minor rischio di perdita rispetto a quello che si corre se ci si affida a società poco solide e non autorizzate. È bene osservare molto attentamente le condizioni offerte dai vari forex broker, e confrontarsi anche con altri esperti. In rete vi sono molte risorse che stilano una classifica dei migliori broker.

2. Gestisci al meglio il tuo capitale!

Sembra superfluo ricordarlo, ma siamo sempre su un mercato che cambia rapidamente, quello delle valute, quindi è bene mantenere un atteggiamento conservatorio se così si può definire. Gli stessi esperti della materia consigliano ai trader di investire nel forex trading con misura, non più del 2% del proprio capitale complessivo per limitare rischi.

3. Evita l’overtrading!

Avere un piano di trading serve per muoversi conoscendo pro e contro di una posizione, ovvero di un trade. Mantenere un atteggiamento moderato, ovvero evitare la condizione di “overtrading” (che significa aprire una posizione più grande rispetto alle capacità del proprio conto), è parte di una strategia del buon senso, oltre che di un piano effettivo basato su delle analisi fondamentali e tecniche.

Non fatevi prendere alle spalle dai mutameti dei prezzi sul mercato, dalla facile luce del profitto o dalla mancanza di una strategia, anticipate le eventuali perdite con un esame attento di tutti gli aspetti che concorrono al successo o al fallimento di un’operazione.

4. Accetta i limiti e usa gli ordini!

Attraverso l’uso dell’ordine “stop-loss”, adibito alla chiusura automatica di una posizione al raggiungimento di un prezzo, si possono limitare le perdite. Quindi è bene adottare queste misure ed utilizzare lo stop loss per gestire i rischi.

Un altro strumento che si può utilizzare è l’ordine “take-profit”, attraverso il quali avviene l’incasso automatico del profitto, dopo aver raggiunto un livello pre-impostato. Il take-profit consente al trader di conservare i profitti raggiunti su una posizione a fronte di probabili cambiamenti dovuti alla diffusione di notizie e dati economici da parte delle banche centrali. Il trader può quindi impostare un ordine di take profit e chiudere la sua posizione con un profitto certo.

5. Informarsi sempre!

Il trend della valuta è condizionato da tutta una serie di elementi legati fra loro, dalla politica monetaria, ai report sui dati macroeconomici, alle notizie diffuse dai media. Tenersi aggiornati con un costante monitoraggio di tutte le fonti di informazioni è utile per anticipare e analizzare i trend delle valute.

In questo modo è possibile variare le transazioni e le posizioni da aprire con diverse valute ed impiegare strategie che possano funzionare in condizioni di mercato diverse.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi