I margini di guadagno nel trading Ftse Mib

ftsePer chi fa trading online l’indice Ftse Mib è uno dei prodotti più interessanti, grazie alle veloci fluttuazioni che ha nel corso delle ore di contrattazione. Generalmente su siti come startborsa.com non si contrattano effetti le azioni reali, ma dei prodotti derivati, come i CFD, che garantiscono il massimo dei profitti, permettendo anche di contenere le perdite.

Cos’è il Ftse Mib

Si tratta di uno dei principali indici azionari italiani, nato nel 2009 dalla fusione tra Borsa di Londra e borsa di Milano. All’interno di questo indice sono presenti le 40 società maggiormente capitalizzate nella borsa italiana, per cui molte tra le società più conosciute anche al grande pubblico. Le contrattazioni di questi titoli comprendono circa l’80% del mercato azionario della penisola, tra società italiane ed internazionali.

Come guadagnare nel Ftse Mib

Le possibilità di investimento all’interno dell’indice Ftse Mib sono ampie, grazie anche alle possibilità offerte dei broker disponibili online. Tipicamente si tende a preferire i prodotti derivati, in modo da non dover acquistare direttamente le azioni contrattati nel mercato reale. In questo modo si ha la possibilità di effettuare trattative molto più veloci e rapide, senza dover immobilizzare grandi quantità di capitale per tempi prolungati. Grazie ai CDS si ha la possibilità di sfruttare anche l’effetto leva: grazie a particolari possibilità offerte dai trading online anche nel mercato Ftse Mib si possono effettuare contrattazioni che godono della leva finanziaria, ad ogni variazione del mercato sottostante corrispondono cambiamenti dei prezzi dei CFD molto aumentati. Questo permette anche a piccoli investitori di ottenere utili amplificati del 50-100% rispetto alle cifre investite.

Il rischio

Anche per quanto riguarda le contrattazioni online di azioni che fanno parte dell’indice Ftse Mib si presenta il rischio di perdere parte del capitale. Per evitare di avere perdite eccessive in genere si tende a preferire operazioni diversificate: si acquistano piccoli contratti di azioni di diverse società, in modo che la calo dei prezzi di una singola realtà non vada a colpire grandi parti dell’investimento. In questo modo si contengono anche i rischi causati dall’utilizzo della leva finanziaria: se i guadagni sono maggiori a quelli ottenibili con il puro investimento, lo sono anche le perdite. Mantenendo molti piccoli affari aperti si spalma il rischio su ogni singola trattativa, evitando di perdere tutto il capitale con un solo trade di dimensioni cospicue.

Come imparare

Per poter apprendere a fare trading azionario è importante avere ben presenti alcune regola ben precise, tra cui quella della diversificazione degli investimenti è la principale. Oltre a questo è anche fondamentale cominciare con piccole quote di investimento, per evitare di perdere ingenti somme in investimenti non ancora guidati dalle esperienze pregresse: chi comincia con poco potrà poi dedicarsi ad affari di più ampio respiro, ma ben conscio delle scelte migliori da fare. Un altro importante principio da tenere bene in mente consiste nel fatto che è dalla conoscenza che arrivano i maggiori guadagni, non dai colpi di fortuna; la prima infatti ci guida durante ogni singolo affare mentre i secondi sono solo fortuiti guizzi del caso.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi