Il cemento: come utilizzarlo per il rivestimento di interni

cemento pareteNegli ultimi anni il cemento sta vivendo una seconda giovinezza, grazie alla diffusione di rivestimenti costituiti totalmente da questo materiale. Ormai il cemento si utilizza per tantissime strutture, anche per cucine e bagni di design, o per dare vita a piani di lavoro all’ultima moda. Da un materiale abbastanza umile sono nati utilizzi originali, che ne consentono una diffusione sempre maggiore.

Cos’è il cemento

Il cemento è in pratica un collante o, meglio, un legante, costituito da rocce cotte ad elevate temperature e poi sbriciolate, mescolando diversi elementi esterni. Bagnando il cemento si attivano alcuni materiali in esso presenti, che permettono di utilizzarlo come fosse una colla, che serve nelle costruzioni edili. L’utilizzo più classico del cemento è nella malta: si miscela la polvere di cemento con la sabbia, per poi bagnare e creare un composto fluido, da usare come legante tra i mattoni, o per dare vita a strutture in cemento armato. Asciugandosi l’impasto diventa duro, come se fosse una roccia, senza possibilità di farlo tornare allo stato precedente. Questo permette di fissare tra loro le strutture, in modo saldo e prolungato nel tempo.

Il cemento spatolato

La moda degli ultimi anni sta portando ad una sempre maggiore diffusione del cemento spatolato. Si tratta di una particolare miscela di cemento, contenente a volte anche particolari resine, o minerali finemente triturati. Tale miscela si utilizza fluida per ricoprire pavimentazioni e pareti, permettendo così di ottenere un rivestimento senza soluzione di continuità, perfettamente liscio. Esistono anche tipologie di cemento per rivestimento autolivellante: ha una viscosità tale da potersi stendere su una superficie autonomamente, senza bisogno dell’opera dell’uomo. Oppure si procede utilizzando apposite spatole, che consentono di stendere uno strato liscio e ben livellato di cemento, sia sulle pavimentazioni, sia sulle pareti. Prima che il cemento asciughi è possibile anche inserirvi del materiale di vario genere, come ad esempio pezzetti di roccia o di metallo, per creare effetti particolari.

I vantaggi dei rivestimenti in cemento

I rivestimenti in cemento sono di gran moda, ma non è solo questo il motivo per il quale sono sempre più utilizzati. La miscela di cemento e minerali che si prepara infatti consente di creare rivestimenti perfettamente idrorepellenti, resistenti a qualsiasi tipo di detergente o sostanza chimica, lisci e compatti. Questo tipo di rivestimento sono molto durevoli nel tempo, inoltre sono del tutto costumizzabili. Pur esistendo delle mattonelle classiche in cemento, negli ultimi anni tale materiale viene utilizzato per dare vita a pavimentazioni create ad hoc per ogni singolo ambiente. Volendo si può anche preparare una pavimentazione continua in un’intera abitazione, senza soluzione di continuità, che oltretutto dal pavimento sale anche sulle pareti. Questo materiale è particolarmente interessante per il rivestimento dei bagni e delle cucine, anche sulle pareti, che risultano idrorepellenti e facilmente pulibili, senza la presenza delle classiche fughe, necessarie nei rivestimenti con piastrelle in ceramica. Oltre che bello e originale, il cemento per rivestimenti è anche molto durevole all’usura. Eventuali fratture o rotture si possono poi riparare, utilizzando la medesima miscela usata durante le fasi di posa.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *