Il consulente legale ambientale in azienda

industria emissioniPer le aziende italiane non è facile destreggiarsi all’interno della legislazione ambientale in vigore in Italia. Da un lato negli ultimi anni è nato il Codice Ambientale, che riunisce una lunga serie di regolamenti che riguarda la tutela del territorio, in senso lato. Dall’altro lato c’è tutto il corpus della legislazione ordinaria, che entra in campo sotto vari fronti nel caso in cui si verifichi un illecito di tipo ambientale. Si pensi ad esempio alle leggi che riguardano la tutela del territorio, alcune delle quali sono datate ancora agli anni ’30 del ‘900. Per questo motivo è importante per le aziende avvalersi di un consulente legale ambientale, esperto della legislazione in merito a qualsiasi argomento correlato alla tutela de territorio.

Il peso delle sanzioni

Per ognuno di noi la tutela del territorio dovrebbe avere una grande importanza, a livello morale personale. Per quanto riguarda però molteplici casi di illecito ambientale è importante anche ricordare che le leggi vigenti prevedono pene commisurate al danno causato, che spesso è ingente. Questo significa che contravvenire alle leggi di tutela ambientale può tradursi in pesanti sanzioni, o addirittura anche in alcuni anni di carcere. Si capisce quindi che non solo è importante cercare di seguire le leggi del Codice Ambientale in modo preciso, ma lo è anche avere una chiara panoramica degli eventuali illeciti già reali. L’enorme corpus di leggi che riguardano la tutela ambientale sono infatti spesso contravvenute più per pura ignoranza che per reale volontà di dolo.

Come opera il consulente ambientale

Solitamente il consulente ambientale opera seguendo le attività di due diligence ambientale, ossia da un lato si attiva per verificare che all’interno di una realtà economica aziendale i processi siano stati avviati seguendo le vigenti leggi di tutela ambientale; dall’altro lato propone le dovute modifiche volte a un processo continuo di miglioramento. Si tratta quindi sia di intervenire sulla situazione immediata, verificando se ci sono in atto dei processi o delle attività che possono portare a delle sanzioni secondo i regolamenti vigenti. Oltre a questo il consulente si occupa anche in modo proattivo per rendere naturale e normale l’applicazione del Codice Ambientale in tutti i processi che si svolgono in azienda. Avere a disposizione un consulente ambientale è quindi fondamentale in tutti i processi che si verificano in un’azienda, sia in quelli quotidiani, legati ad esempio alla produzione, sia nelle occasioni particolari, come ad esempio l’acquisizione di un nuovo terreno o di una nuova sede produttiva.

Certificare la qualità ambientale

Collaborare con un consulente ambientale consente ad un’azienda di dare vita ad una certificazione che riguarda l’attinenza dei processi alle normative vigenti per quanto riguarda la tutela ambientale. Per dare vita a questa certificazione il consulente dovrà effettuare dei sopralluoghi nella sede dell’impresa, raccogliere e controllare le informazioni che riguardano sia le modalità produttive, sia le leggi che li riguardano in termini ambientali. Spesso la fase intermedia porta il consulente a consigliare quali siano gli interventi da fare in modo da riportare i processi aziendali all’interno della normativa vigente.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi