Isolamento termico: i metodi consigliati

casa nuovaNel nostro Paese sono ancora molte le case di vecchia costruzione, che non possiedono un indice energetico sufficiente a farci spendere cifre contenute per il riscaldamento e il raffrescamento. La questione è semplice: maggiori sono gli scambi di calore con l’esterno e maggiore sarà anche la spesa mensile per il riscaldamento in inverno, e la necessità di possedere e attivare un impianto di condizionamento in estate. Per risolvere questo problema ci sono diversi metodi, seguendo i consigli di http://ristrutturaconmade.it/ possiamo trovarne alcuni migliori di altri.

Una coibentazione perfetta

Per fare in modo che l’isolamento di una vecchia casa sia ottimale è necessario porre in opera delle soluzioni che consentano di migliorare la coibentazione della casa. In alcuni casi si interviene posizionando del materiale isolante all’interno della casa, o anche delle singole mura. Questo metodo può essere obbligatorio in particolari situazioni, ad esempio nel caso di una facciata di un palazzo d’epoca, che non può essere modificata in alcun modo. Nella maggior parte dei casi però conviene posizionare i, cosiddetto cappotto termico. Si tratta di uno strato isolante che si pone sulla parte esterna delle mura della casa, in modo da migliorarne l’isolamento. Visto che l’ingombro dell’isolante viene posto all’esterno, non comporta la perdita di spazio calpestabile all’interno della casa.

Diversi tipi di isolamento

Per il cappotto termico sono disponibili in commercio appositi pannelli, che si installano incollandoli direttamente sulla facciata della casa, a contatto con essa. Si possono trovare pannelli di vario spessore, per la cui scelta è importante farsi aiutare da un professionista, che valuterà l’opportunità di un materiale piuttosto che di un altro. Per farlo è necessario utilizzare apposite telecamere che rivelano i punti in cui avvengono maggiori dispersioni di calore verso l’esterno. L’isolamento può essere necessario anche sul tetto, o sui solai che suddividono la nostra abitazione da quelle superiori o inferiori. Nel caso dei solai può essere necessario modificare la pavimentazione, visto che la coibentazione va posta al di sotto di essa. Nel caso del tetto il materiale isolante viene posto in modo completo su tutta la planimetria del sottotetto ma può essere consigliabile anche l’installazione di un diverso tipo di tetto rispetto a quello presente.

Il budget di spesa

Quando si effettuano delle ristrutturazioni in casa è importante tenere sempre presente il budget di spesa, che si deve rendere noto al professionista contattato per lo svolgimento dei lavori. Conviene anche ricordare che in Italia è possibile ottenere interessanti agevolazioni per qualsiasi tipo di ristrutturazione da porre in atto. Il bonus è cospicuo, e può raggiungere il 50% della spesa sostenuta. Per questo motivo conviene chiedere al professionista contattato quali siano tutte le opere da svolgere per ammodernare la casa, riuscendo così a effettuarne il numero maggiore con il budget a disposizione. Migliorare la coibentazione della casa consente di diminuire in modo sensibile la spesa per il riscaldamento invernale e per il raffrescamento estivo. Nel calcolo del budget di spesa si può considerare anche questo risparmio, che si realizzerà per tutti gli anni a venire.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *