La formazione e le competenze del geometra

disegno geometraQuali sono i titoli di studio di un geometra? E come si evoluta la formazione di queste figure professionali?

Con le recenti riforme, che risalgono al 2014, i diplomati in geometria ottengono il titolo di Diplomati in Costruzione, Ambiente e Territorio. Questa formazione conferisce loro competenze diverse da quelle del semplice geometra diplomato, ovvero più aggiornate e approfondite.

Nella fattispecie i corsi di studio per geometri sono attualmente due: Piano Nazionale d’Informatica (P.N.I.), che prevede lo studio di discipline professionali (Tecnologia Rurale ed Estimo, Topografia, Tecnologia delle Costruzioni) con lezioni teoriche e attività di laboratorio; Ambiente e Territorio prevede invece l’approfondimento delle competenze relative alla conoscenza e alla valutazione di impatto ambientale e gestione degli impianti al servizio dell’edilizia nel campo della sicurezza e del risparmio energetico.

Il lavoro del geometra

E’ una professione che a tutt’oggi si può esercitare anche soltanto con solo il diploma superiore e con i due anni di praticantato
obbligatorio da assolvere presso lo studio di un geometra, un architetto o un ingegnere civile iscritti ai rispettivi Albi professionali da almeno 5 anni, oppure da 5 anni di lavoro in un’impresa.

Al termine del praticantato, è necessario superare l’Esame di Stato e iscriversi al Collegio dei Geometri della propria provincia di residenza, per esercitare la professione. Ad esempio, per coloro che risiedono a Roma, è necessario reperire tutte le informazioni relative all’avvio della professione.

L’inserimento professionale è piuttosto trasversale, soprattutto in grandi città come Milano o Roma, giusto per fare degli esempi, dove gli ambiti di applicazione sono molteplici vista la presenza di infrastrutture e attività commerciali edilizie, soltanto per dare un assaggio.

Tutte le mansioni di un geometra sono chiaramente illustrate in questa risorsa web, geometra.roma.it . Se dovessimo, però, elencare qui – in ordine sparso – le sue competenze, potremmo dire che il geometra può svolgere diversi incarichi: effettuare rilievi topografici, occuparsi delle direzione dei lavori in cantiere, della stima dei terreni e dei fabbricati. Inoltre fra le altre competenze, vi sono i collaudi e calcoli di edifici pubblici, rurali o industriali, inclusi i progetti idraulici, fognari ed elettrici.

Il geometra può scegliere di lavorare autonomamente, quindi avviare un studio per conto proprio, lavorare per conto terzi, oppure associarsi ad altri geometri.

I servizi erogati dallo studio di geometra sono diversi: dalle piante catastali all’elaborato planimetrico; ricerche catastali e ricerca elaborato planimetrico.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *