L’aceto di mele e le sue preziose proprietà

mele è un prodotto facile da reperire nei negozi, in molti casi apprezzato per il suo sapore. Rispetto all’aceto di vino è leggermente più dolce, derivando dalla rifermentazione del sidro di mele, effettuata aggiungendo particolari batteri acidificanti. Oltre ad avere un sapore delicato è anche un prezioso alleato della nostra salute.

L’aceto di mele nelle diete dimagranti

Sono diverse le proprietà dell’aceto di mele, dimostrate anche da un punto di vista scientifico. Le sostanze in esso contenuto sono ideali per chi segue una dieta ipocalorica. Infatti questa sostanza acidula offre il vantaggio di prolungare il senso di sazietà derivante dai pasti, evitando di invitare la persona a dieta a ricercare altro cibo. Inoltre stimola il metabolismo, accelerando i risultati di una dieta bilanciata. Chiaramente l’effetto dimagrante non avviene semplicemente assumendo l’aceto di mele, ma funziona solo associando questo condimento ad una dieta ipocalorica e all’attività fisica regolare. L’aceto di mele contiene buone quantità di cromo, una sostanza che modifica leggermente la digestione degli amidi: viene ridotto l’ingresso nel circolo sanguigno degli zuccheri, in modo da evitare l’innalzamento della glicemia. Questo tipo di proprietà può essere sfruttata solo da alcuni pazienti malati di diabete di tipo 2 e sotto stretto controllo medico.

L’aceto di mele e la digestione

Le sostanze contenute nell’aceto di mele stimolano significativamente una corretta digestione, questo avviene soprattutto se si utilizza dell’aceto non filtrato e non pastorizzato, che contiene ampie quantità di batteri, che costituiscono la cosiddetta madre dell’aceto. Questo tipo di aceto di mele è leggermente torbido, proprio a causa delle colonie di batteri in esso presenti. In particolare l’assunzione regolare di aceto di mele permette agli amidi di passare non digeriti dallo stomaco all’intestino, dove diventano cibo per i batteri della flora presente, rendendola più ampia e meglio funzionante.

Le controindicazioni

Come avviene per qualsiasi alimento, anche l’aceto di mele ha delle controindicazioni. Ad esempio se è pur vero che può essere utilizzato per abbassare la glicemia, questo alimento non dà alcun vantaggio a chi soffre di diabete di tipo 1. Inoltre può essere fortemente dannoso per chi ha problemi di svuotamento gastrico, in quanto aumenta questo tipo di problematica. L’assunzione di aceto di mele poi va effettuata con attenzione: si tratta pur sempre di una sostanza fortemente acida, che può causare una serie di problemi. Primo fra tutti: non è bene assumere l’aceto di mele puro, in quanto può, alla lunga, rovinare lo smalto dei denti. Inoltre aumenta l’acidità del sangue, affaticando i reni e causando forti bruciori all’esofago.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi