Mestiere del gigolò: le basi necessarie per farlo con successo

accompagnatoreMolti uomini sono interessati a far proprio il mestiere del gigolò: si ha fama, si ha l’accondiscendenza delle donne, si guadagnano parecchi soldi e si ha modo di fare un mestiere non solo ben retribuito ma anche piacevole, rilassante e per nulla faticoso. Ma come si diventa accompagnatore per donne?

In realtà non esistono scuole, corsi o manuali che diano modo al soggetto interessato di diventare un professionista del settore. E non esiste neanche una sorta di elenco al quale ci si può rifare per iniziare ad intraprendere questa strada. A detta di molti, accompagnatori ci si nasce per vocazione: un po’ come si nasce poeti o artisti. Tuttavia, è chiaro, chiunque se vuole può diventarlo: tutt’al più avrà meno fama, avrà meno percentuali di successo, avrà meno soddisfazioni, ma alla fin fine qualunque uomo può quanto meno provarci.

Diciamo che come requisito fondamentale, al di là della “vocazione”, v’è senza ombra di dubbio il fascino: d’altro canto se possiamo chiudere un occhio su altre variabili, in quanto a sex appeal non si può proprio scendere a compromessi. Un gigolò che vuol divenir tale deve quindi essere non solo ed esclusivamente bello (di belli ce ne sono a volontà tra la gente comune), ma deve possedere quel fascino, quella sorta di marcia in più che gli permetta di catturare il cuore delle donne.

Avere un bel fisico sano ed atletico, far propria un’espressione sensuale e sapersi vestire e atteggiare a modo sono elementi a dir poco determinanti in questa fattispecie. Sono elementi che contribuiscono a creare quel tanto decantato “mix vincente” che è alla base di tutto. D’altro canto, pensiamoci un attimo: abbiamo mai visto un gigolò un po’ bruttarello? O abbiamo mai visto un gigolò anche bello ma magari impacciato nel savoir-faire, nella comunicazione e nel modo di porsi? E chi, in fondo in fondo, può ammettere di aver mai conosciuto un gigolò che non ha senso estetico e che di conseguenza non è in grado di apparire come dovrebbe?

L’appariscenza e il comportamento sono le chiavi di questo mestiere. Sono, per così dire, al pari della conoscenza del diritto per un buon avvocato, della capacità creativa per un designer di professione e della dote culinaria per un pasticcere. Checché se ne dica, in definitiva, fare il gigolò di mestiere è ben più complesso di quel che si possa pensare!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *