Osservare le proprie mani: ecco cosa si può scoprire

mani-Le mani sono una parte molto importante del nostro corpo. Eppure sono molto spesso maltrattate, e mai osservate con cura. In realtà, questi arti sono in grado di “parlarci”, e di mostrarci eventuali disturbi fisici. Ecco come riconoscere i segnali.

Se ci ritroviamo improvvisamente con le mani gonfie, associate al dolore, allora potremmo essere in presenza di un disturbo del circolo venoso, e di conseguenza di un trombo. In questo caso è importante recarsi ad effettuare visite specifiche: l’ecocolordopper è un esame che visualizza la circolazione sanguigna. Subito dopo, è bene sottoporsi al prelievo  che misura il D-dimero.

Se, al contrario, le nostre mani sono magre ed asciutte, allora è bene fare un piccolo test: provate  a prendere una piccola plica di pelle del dorso con i palmi delle mani. Se, quando la rilasci, non si appiattisce subito allora siamo in presenza di un problema di tessuto adiposo.

Se ciò accade in gioventù, è il caso di farsi visitare dal proprio medico, ed iniziare a mettere su peso. Nel caso in cui, invece, accada ad una signora over 60, allora significa che il corpo non riesce più a trattenere i liquidi. In quest’ultimo caso, è bene bere parecchia acqua, anche quando non si ha sete.

Infine, se troviamo le nostre mani, al risveglio, piuttosto gonfie (tanto da non riuscire ad infilare un anello) potrebbe dipendere da un problema di ritenzione idrica. Eliminate i grassi, e i cibi salati, e prediligete frutta fresca, verdura di stagione e tanta acqua.

Insomma, le vostre mani vi parlano: sta solo a voi imparare ad ascoltarle, osservandole con attenzione e parlandone con il vostro medico di fiducia.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *