Petrolio ai massimi da dicembre 2014

grafico tradingIeri le quotazioni del greggio WTI sono salite ai livelli più elevati da dicembre 2014 a questa parte, spinte dall’ottimismo sul miglioramento dei fondamentali del petrolio e sulle stime rialziste rilasciate dal Fondo Monetario Internazionale (FMI), che prevede che nel 2018 l’economia globale si espanderà al ritmo più veloce dal 2011 a questa parte. In aggiunta a ciò, viene evidenziato come la ripresa globale sia attualmente la più ampia degli ultimi sette anni, con un’accelerazione della crescita che nel 2017 ha riguardato 120 Paesi, ovvero circa i tre quarti della produzione mondiale.

Il FMI ha inoltre rivisto al rialzo le sue previsioni per la crescita mondiale al 3,9% su base annua sia nel 2018 sia nel 2019, in aumento di 0,2 punti percentuali in entrambi gli anni rispetto alle stime precedenti, pubblicate a ottobre. La crescita degli Stati Uniti è stata rivista al rialzo al 2,7% anno su anno nel 2018, in aumento dello 0,4% rispetto a ottobre, grazie alle riforme fiscali da implementare. Tuttavia, il FMI prevede che proprio la riforma fiscale ridurrà la crescita degli Stati Uniti dopo il 2022, compensando così i guadagni precedenti, poiché alcuni tagli scadranno e dovranno essere assunte azioni restrittive devono per rafforzare il bilancio.

Inoltre, il FMI ha rivisto al rialzo le sue previsioni per la zona euro a 2,2% su base annua nel 2018, + 0,3% rispetto alla stima di ottobre. Il Giappone crescerà invece dell’1,2% su anno nel 2018, rivisto al rialzo dello 0,5%. La Cina crescerà del 6,6% su base annua nel 2018, in crescita dello 0,1% rispetto a ottobre, mentre si prevede che l’India crescerà al 7,4%, un ritmo invariato rispetto alla previsione precedente.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi