Pregi e difetti del franchising

start upAprire un franchising rende più semplice l’avvio di un qualsiasi tipo di attività imprenditoriale; del resto questo tipo di proposta è oggi disponibile praticamente in tutti i settori, quindi è possibile aprire in franchising praticamente qualsiasi tipo di attività. Affiliarsi con un grande marchio però può portare anche a degli svantaggi.

I vantaggi del franchising

Il principale vantaggio dell’affiliarsi a un grande marchio consiste nella possibilità di sfruttare il know how che chi gestisce tale marchio possiede. Il franchisor è in genere attivo da lungo tempo e ha già riscosso ampi successi nell’ambito in cui opera. Questo ci garantisce la possibilità di partire con il piede giusto e di poter approfittare dei consigli di chi ha già un’attività ben avviata e funzionante. In pratica il franchisee può godere di consigli, corsi, tutorial che gli permetteranno di avere tutte le dritte fondamentali su come gestire la sua nuova attività. Se si tratta di persone giovani, o che non hanno mai operato in attività commerciali, o come imprenditori, allora questo tipo di consigli sono ancora più preziosi e spesso permettono di avvantaggiarsi in modo particolarmente proficuo.

I diritti di un franchisee

Si perché, stipulare un contratto di affiliazione dà anche dei diritti, tra cui la possibilità di sfruttare il marchio del franchisor, di godere del suo buon nome e della pubblicità che diffonde, magari anche di seguire corsi di marketing o di gestione aziendale. Spesso il franchisee ottiene anche la merce o i servizi che vende direttamente dal franchisor, almeno nella maggior parte dei casi. In pratica anche chi non ha mai avuto esperienze imprenditoriali può quindi avviare la sua attività, con tutte le migliori premesse del caso. Sul mercato sono presenti tantissime offerte per chi vuole aprire un’attività in franchising, sul sito lavoroefranchising.com sono ben descritte la maggior parte di esse, cosa utile per chi vuole iniziare questo tipo di avventura.

I doveri del franchisee

Il franchisee non ah solo diritti, ma anche dei doveri, la cui entità dipende dal singolo franchisor. In linea generale tutti pretendono una sorta di quota di ingresso, per poter avviare l’attività e sfruttare il marchio. Oltre a questo alcuni franchisor richiedono anche il pagamento delle royalties, calcolate sugli utili dell’attività. Alcuni franchisor che trattano articoli commerciali pretendono anche un certo minimo di ordine mensile, indipendentemente dalla merce venduta dal franchisee. In alcuni casi il franchisor può pretendere anche il pagamento di un canone fisso, come contributo per la pubblicità e altre attività di marketing.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *