Qualche curiosità sulle produzioni originali del mondo della moda

sfilataViviamo in un mondo in cui possiamo usufruire di una grandissima quantità di dati. Proprio per la sovrabbondanza di questi ultimi, non è sempre facile riuscire a trovare, nel mare magnum della rete e non solo, le informazioni che ci interessano o che ci possono incuriosire.

Il mondo della moda, per esempio, offre puntualmente una grande quantità di news e curiosità fra le quali non è semplice e immediato orientarsi e cogliere gli elementi più interessanti.

Quali sono le ultime novità di un settore in continuo cambiamento e che non manca mai di stupire?

Innanzitutto bisogna considerare che esistono svariati approcci, completamente diversi fra loro, volti alla creazione di prodotti moda. C’è chi inventa capi e accessori prestando molta attenzione all’ecosostenibilità, utilizzando materiali riciclati o riciclabili. Altri seguono la linea della protezione nei confronti degli animali: per loro l’uso e la lavorazione di pellame, pellicce e di qualsiasi altro componente che sfrutti la corporeità di queste creature è assolutamente vietato.

A parte le filosofie produttive e gli orientamenti netti presi da alcune case di moda e stilisti, vediamo tante maison produrre capi d’abbigliamento lasciando davvero molto spazio alla creatività, senza porsi limiti.

Se fino a 50 anni fa erano ancora rare le occasioni di vedere collezioni di abiti o accessori davvero eccentrici e sopra le righe, il mondo della moda contemporanea ci ha abituato alle stravaganze e all’imprevedibilità. L’artista canadese Nicole Dextras, ad esempio, ha dato vita a una collezione di 21 abiti artigianali costituiti interamente da piante e frutta. Questo progetto, intitolato Little Green Dress Project, è stato esposto a Vancouver alla Earth Art Exhibition.

E che dire del Chocolate Fashion Show di Milano in cui, a febbraio 2016, si terrà una sfilata in cui verranno proposti abiti interamente realizzati a base di cioccolato.

Di certo, non possiamo non citare l’ultima frontiera del fashion, ovvero l’abito denominato “intelligente”: capispalla sportivi con variazioni cromatiche a seconda dello stato emotivo di chi li indossa, o soprabiti che aumentano di volume in determinate circostanze o condizioni climatiche. L’idea di questa creazione nacque come prototipo di tuta aerospaziale negli anni cinquanta; oggi, gli accessori realizzati con gli stessi materiali sfruttano le capacità fotovoltaiche dei tessuti per ricaricare cellulari e altri dispositivi elettronici.

Gli esempi di opere di tendenza con caratteristiche bizzarre potrebbero essere davvero innumerevoli e sicuramente affascinanti. Per gli amanti del classico, invece, ricordiamo le maison di alta moda che, con sapienza e grandi competenze artigianali, producono abiti, calzature, borse da donna e molto altro.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi