Quali sono gli ingredienti migliori per le creme per i punti neri?

crema vasettoI comedoni, meglio noti come punti neri, sono un fastidioso inestetismo, che colpisce tantissimi soggetti, soprattutto giovani. Le cause sono varie, tra cui soprattutto la pelle grassa e oleosa, che produce sebo in eccesso. Il sebo si ferma all’interno dei pori della pelle, dove arrivano anche le cellule morte, lo smog, la polvere, creando un tappo che, ossidandosi a causa del contatto con l’aria, assume un colore scuro, nero o marrone. Il risultato è un poro ben evidente e allargato. Lavare semplicemente il viso può non essere una soluzione definitiva, anche perché buona parte dei detergenti in commercio non consentono di ripulire a fondo i pori. Se si utilizzano prodotti eccessivamente aggressivi si rimuovono i residui presenti nei pori, ma allo stesso tempo si sensibilizza e si secca la pelle; la mancanza di idratazione e dello strato protettivo di sebo viene subito risolta dalla nostra cute con un’ulteriore sovrapproduzione di oli, creando un circolo vizioso per il quale più ci si pulisce con sostanze aggressive e maggiore è la quantità di comedoni che si forma nel corso del tempo.

Prodotti naturali per la detersione

Come ci suggerisce il sito https://www.comedoni.com/creme-naturali/ per pulire a fondo la pelle, senza seccarla o irritarla, è possibile sfruttare diversi prodotti di origine naturale, che permettono di ottenere un duplice effetto: da un lato i comedoni scompaiono, dall’altro la pelle risulta fresca e nutrita e non produce più sebo in eccesso. Le sostanze detergenti utili contro i comedoni sono varie, a partire dall’argilla, con la quale si possono preparare sia prodotti di pronto uso, da utilizzare quotidianamente, sia maschere da effettuare una volta a settimana. Chi ha la pelle grassa dovrebbe infatti utilizzare un prodotto purificante delicato ogni mattina e ogni sera, aggiungendo un trattamento urto settimanale. Le maschere all’argilla sulla pelle delicata non vanno lasciate agire a lungo, questo per evitare di irritare eccessivamente la cute. Quando si sente che la maschera comincia a “tirare” conviene sciacquarla con cura, effettuando così anche un trattamento esfoliante.  Ottimo contro la pelle grassa e i comedoni è anche l’estratto di limone, che ha un effetto detergente profondo. Altrettanto utile la salvia, che esplica anche un’azione antibatterica, evitando che i comedoni si trasformino in brufoletti sottopelle.

Non solo detergenti

Sono varie le motivazioni che portano a sviluppare grandi quantità di comedoni. Molto spesso si tratta di squilibri ormonali, soprattutto durante la pubertà, che causano la comparsa anche di brufoli. Una buona pulizia profonda si può effettuare anche utilizzando detergenti naturali a base oleosa, contenenti olio di jojoba o burro di karité. Il grasso in essi presente “aggancia” il sebo accumulatosi nei pori e permette di scioglierlo rapidamente. Dopo la pulizia è anche importante ripristinare il film idrolipidico con sostanze leggere e non eccessivamente unte, ma comunque idratanti. A tale scopo in commercio si trovano numerose creme opacizzanti, che permettono di nutrire e idratare la pelle senza soffocarla. L’importante è verificare sempre che il prodotto riporti la dicitura “non comedogenico”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *