Roma-Milan: chi sbaglia, lascia

tottiNon conosce sosta la serie A, che dopo il turno settimanale dell’Epifania causa sosta natalizia riprende subito con la 19ª giornata di campionato. Un week end ricco di spunti, che parte sabato con le due sfide di cartello, Fiorentina-Lazio e Roma-Milan.

I viola hanno ripreso l’anno come avevano chiuso il precedente, con una vittoria. E’ una squadra in forma, la Fiorentina, e lo dimostrano anche le quote delle scommesse sul calcio online di questa web specializzata. Il secondo posto insieme al Napoli, poi, a quota 38 punti e a una sola lunghezza dalla capolista Inter, dimostra che anche Sousa e suoi ragazzi possono dire la loro per lo scudetto, che mai negli ultimi anni era diventato così combattuto. La Lazio, di contro, vive un momento negativo che, di fatto, dura dall’inizio della stagione. Alcune ottime singolarità non sopperiscono a un gioco che è calato vistosamente rispetto allo scorso anno.

I nerazzurri, reduci da una vittoria non brillante contro l’Empoli, ospiteranno il sorprendente Sassuolo, che però arriva da due pareggi consecutivi. Alla luce dei fatti, il discorso del mancato bel gioco dell’Inter si scontra con i numeri, freddi ma esaustivi: la miglior difesa della serie A è in testa al campionato. La squadra di Mancini non segna tanto, ma ha preso solo 10 gol.

Il bel gioco in Italia c’è, e il Napoli rientra tra chi lo pratica. Sarri ha indovinato la via giusta da intraprendere, al momento, e gli va dato atto che non era impresa facile in una piazza come quella azzurra. Non bisogna però fare l’errore di Bologna, sottovalutando l’avversario prossimo che è il Frosinone, squadra tignosa, che se la gioca sempre fino al 90’.

Chi sta prendendo consapevolezza vera nell’ultimo mese è la Juventus, alla sua ottava vittoria consecutiva. Dimenticato e sepolto il brutto avvio di stagione, i bianconeri staccano il biglietto per la corsa allo scudo, alla stessa stregua di chi la precede. La carta attacco è fondamentale per Allegri, che tra Dybala e Mandžukić ha trovato la chiave della rimonta. Trentasei i punti in classifica, solo due in meno delle seconde, e una gara non facile da disputare in casa di una Sampdoria gasata dalla vittoria nel derby, che poi è la seconda consecutiva per Montella e terza in quanto gara utile. L’esordio sulla panchina blucerchiata è stato l’inizio di 4 sconfitte consecutive, dunque il trend sembra essere cambiato.

Arriviamo al match clou della giornata, un Roma-Milan che vede due squadre deludenti e deluse, con problemi però molto diversi. Da una parte un allenatore che pare non dia più garanzie, dall’altra una società in completa confusione, che rispecchia quella della squadra. Una gara che però vede entrambi gli allenatori sotto tiro, chi sbaglia è fuori. I numeri sorridono ai giallorossi, che nelle ultime 10 sfide hanno vinto 4 volte contro una dei rossoneri. La altre gare vedono un Empoli gradevole da guardare in campo, con un Giampaolo sugli scudi, impegnato in casa di un Torino sempre più in crisi; completano il quadro Carpi-Udinese, Atalanta-Genoa, Bologna-ChievoVerona e Hellas-Palermo. Il Bologna di Roberto Donadoni è un’altra realtà piacevole di quest’anno.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *