Stampa 3D, la rivoluzione parte dalla Cina

stampa 3dA dispetto del pensiero comune sul fatto che I Cinesi siano buoni solo a fare cloni dei concorrenti senza avere un minimo di conoscenza tecnologica, per quanto riguarda la stampa 3D non è così.

Già da tempo in Cina si parla di Stampa 3D. Dopo diversi tentativi all’inizio del 2014 era stata presentata al World 3D Printing Technology Expo la più grande stampante 3D del mondo con il quale era stato realizzato una “miniatura” del Tempio del Cielo, uno dei monumenti più conosciuti di Pechino.

Il modello era alto 7 metri e occupava oltre 100 metri quadri di superficie.

Poi sono arrivati i primi modelli consumer sul mercato con diversi progetti sotto i 1.000 dollari (ben sotto la media del mercato) e le prime stampanti 3D con tecnologia SLA, ben nota per essere una tra le tecniche di stampa più precise e veloci.

Poi è arrivato settembre e il governo Cinese ha annunciato di aver lanciato un investimento di milioni e milioni di dollari per lo sviluppo della Stampa 3D.

Grazie a questi investimenti un’azienda come la CTC Electronics, già all’avanguardia nel settore della stampa 3D, ha aperto la più grande azienda al mondo in grado di produrre ben 8.000 stampanti 3D al mese.

Inoltre dalla Cina sono arrivate le prime stampanti 3D con tecnologia SLA sotto i 1.000 dollari.

Alla fine del 2014, leggendo le ultime notizie Stampa 3D, abbiamo appreso che a Gungzhou è stata aperta la prima Università sulla Stampa 3D al mondo.


Si tratta di un’Università unica nel suo genere in grado di formare sia gli studenti che gli insegnati in figure professionali del futuro.

Speriamo che in un futuro non poi così prossimo anche in Italia si possa cominciare a parlare di Stampa 3D anche nelle scuole e nelle Università perchè, come sappiamo la Stampa 3D è il futuro.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *