Un viaggio economico in Giappone

giapponeIl Giappone è una meta lontana, già questa caratteristica rende il viaggio fino in quel paese abbastanza dispendioso: l’aereo negli ultimi anni ha prezzi abbordabili, ma sicuramente ben diversi da quelli per una meta europea. Visto che si tratta di un viaggio aereo di circa 11 ore, molte persone tendono a fermarsi il più a lungo possibile, per sfruttare al meglio la spesa iniziale.

Il tempo

Generalmente chi si reca in Giappone tende a preferire di fermarsi almeno 15 giorni: un tempo inferiore rende eccessivamente pesante il prezzo del biglietto aereo; un tempo superiore comincia a pesare sul portafogli, a causa del pernottamento in albergo e delle spese per il pranzo. Ci sono vari modi per rendere economico un viaggio in Giappone, in modo da potersi fermare anche 3 settimane, senza spendere cifre da capogiro. Uno dei metodi per rendere meno costoso un viaggio in Giappone consiste nell’organizzare al meglio il proprio tempo, già prima di partire. Scegliere le mete imperdibili e prenotare in anticipo gli spostamenti può alleggerire di molto la spesa, soprattutto se si decide di accorpare alcune mete: in un singolo giorno si cerca di visitare tutto quanto si trova in un quartiere o in una località, in modo da sfruttare al meglio gli spostamenti.

I viaggi organizzati

Per godersi al meglio il Giappone è anche possibile approfittare dei numerosi viaggi di gruppo in Giappone che si possono trovare online. Si tratta di percorsi da fare con altre persone, con una stretta tabella di marcia predeterminata. Certo si perde un poco della romanticità del viaggio, ma si ha la certezza di vedere tutto quanto ci sia di più interessante e, spesso, anche di approfittare di prezzi contenuti. Molte strutture infatti tendono a proporre prezzi scontati a chi prenota molte stanze d’albergo, o molti tavoli del ristorante, tutti allo stesso tempo. Grazie ai viaggi organizzati spesso si possono risparmiare cifre elevate, vicine al 10% della spesa totale. Inoltre si ha la certezza di viaggiare accompagnati ad altri turisti, magari italiani, con cui condividere esperienze positive e negative, cosa che può risultare particolarmente piacevole.

Risparmiare sul cibo

Quando si pensa al cibo in Giappone subito viene in mente il sushi. Proprio come avviene in Italia, il sushi di ottima qualità in Giappone è molto costoso. Per risparmiare conviene provare altri piatti tipici della cucina Giapponese, come ad esempio il ramen o l’okonomiaki, che sono molto economici e anche gustosi. Per qualche pasto si può anche approfittare dei fast food, forse non saranno così giapponesi, ma almeno permettono di mangiare con una spesa minima.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *