Differenza tra igiene e sanificazione: impariamo come rendere sicuri gli ambienti

La corretta definizione di sanificazione

Quando parliamo di sanificare ambienti ci riferiamo agli interventi finalizzati a renderli sani attraverso pulizia, igienizzazione e disinfezione. In pratica si va ad agire sul miglioramento di tutte le condizioni, incluse quelle ambientali che riguardano il cosiddetto microclima, ovvero temperatura, umidità e ventilazione.

La sanificazione, quindi, si caratterizza per una serie di fasi che vanno dalla pulizia ordinaria con acqua e detergenti alla decontaminazione di ambienti e superfici. Una sanificazione è volta a decontaminare tramite attrezzature e principi attivi professionali.

La definizione è contenuta anche nel Decreto Ministeriale del 7 luglio 1997 n. 274. In questo testo titolato “Regolamento di attuazione degli articoli 1, 4 della L. 25/01/1994 n. 82 per la disciplina delle attività di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione” sono spiegate ad una ad una le differenze di cui ti parliamo.

Ecco perché c’è differenza tra pulire, disinfettare e sanificare

Quindi per attività di pulizia si fa riferimento all’insieme di procedimenti che rimuovono polveri, materiali e sporcizia indesiderata confinati in uno specifico ambiente di pertinenza. La disinfezione, invece, è una procedura che rende sani gli ambienti tramite la distruzione di ambienti e microrganismi patogeni e dannosi.

Queste possono essere rivolte a parassiti, vettori, agenti infettivi e molesti come specie animali e vegetali non desiderati. Tra le attività di disinfezione e disinfestazione, per esempio, rientrano le derattizzazioni o il diserbo perché sono volte a ridurre o distruggere la presenza della popolazione infestante.

Infine la sanificazione è il complesso totale di attività, procedimenti e operazioni che rendono sani gli ambienti attraverso pulizia, igienizzazione, disinfezione e controllo del microclima.

Alla luce di quanto riportato nel Decreto, quindi, possiamo ben dire che la sanificazione sia un’attività omnicomprensiva perché agisce sulla pulizia e sulla sicurezza degli ambienti in modo totale.

La logica della sanificazione: pulire, igienizzare, rendere salubre

Chiaramente per sanificare un ambiente questo deve essere prima stato trattato con pulizie accurate e igienizzazioni su ogni superficie, altrimenti non avrebbe senso.

Possiamo equiparare la sanificazione al modo coerente e logico di fare le pulizie di casa, per le quali prima rimettiamo tutto in ordine, sbarazzandoci di ciò che deve essere lavato, buttato via o riposto in cassetti e armadi.

Successivamente puliremo le superfici sgombre come ripiani, mensole, tavole e pianali e poi passiamo al pavimento che verrà ripulito dalla polvere e dallo sporco e, infine, disinfettato con un detergente specifico in emulsione con l’acqua.

Questa è solamente una sorta di metafora per far comprendere meglio la logica della sanificazione ma è chiaro che per ottenere risultati sicuri e garantiti occorre sempre contattare una ditta specializzata e attrezzata con prodotti, protezioni e strumenti idonei a rendere sicure e igienizzate tutte le superfici.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi