Fatturazione elettronica, Unioncamere pensa al futuro

computer elettronicoPrimo bilancio d’attività semestrale per il sistema di fatturazione elettronica gratuito. In occasione dell’audizione presso la Commissione parlamentare di vigilanza sull’anagrafe tributaria, Unioncamere ha avuto modo di fornire i dati e le statistiche emersi dallo studio sull’ammontare di fatture emesse nel corso di questi primi mesi pre-adeguamento. L’analisi è stata svolta tenendo in considerazione il numero totale dei documenti emessi, unitamente alle società aderenti e alla distribuzione territoriale.

In occasione dell’audizione di Unioncamere, avvenuta il 6 maggio scorso, il Presidente Ferruccio Dardanello ha presentato i primi sei mesi di attività messi in pratica dal sistema camerale.

I dati sono già piuttosto confortanti, con 20mila imprese registrate e 43mila fatture emesse. Il successo del sistema testimonia un’apertura sempre più concreta verso l’amministrazione digitale, in grado di semplificare in maniera importante l’operato delle imprese.

Il servizio è integrato per gestire l’intero ciclo di vita dei documenti, dalla compilazione alla conservazione digitale per 10 anni, ormai obbligatorie verso la Pubblica Amministrazione a partire dal 31 marzo 2015. Le imprese registrate al sistema gratuito avranno accesso all’emissione di 24 fatture elettroniche nel corso di un anno solare.

Il gradimento delle PMI non si è fatto attendere, soprattutto in relazione all’approccio dinamico con il quale si è entrati in contatto con le nuove disposizioni. Fino al 2017, anno prefissato per l’adeguamento generale del sistema di fatturazione elettronica, non si escludono mutamenti da realizzarsi in base alle esigenze delle imprese, a cominciare dai rapporti business to business.

L’adeguamento dell’apparato realizzato dal sistema camerale s’introduce nella bozza del decreto approvata il 21 aprile scorso. In particolare, le nuove disposizioni prevedono che l’Agenzia delle Entrate metta in atto delle soluzioni tecniche gratuite in grado di regolarizzare i passivi IVA nella trasmissione di fatture elettroniche tra i privati, con un nuovo sistema gratuito distributo da Unioncamere in collaborazione con AgID.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi