Pasqua a Perugia, i migliori ristoranti

cicerchiataSiete alla ricerca di buoni consigli su dove mangiare nel periodo Pasquale a Perugia ? Se state organizzando il vostro week end lungo nel capoluogo umbro, in occasione della Santa Pasqua, sappiate che Perugia vanta un ricco calendario di appuntamenti. Non solo Messe e celebrazioni religiose ma anche mostre, fiere e mercati enogastronomici, appuntamenti con la cultura, l’arte e la musica. Ma Perugia è anche buona cucina ed è quindi lecito domandarsi quali siano i migliori ristoranti della città. Trattandosi delle festività Pasquali, tra l’altro, sarà indispensabile prenotare con qualche giorno di anticipo per non rischiare di dover girare a vuoto e senza meta.

Ma quali sono i ristoranti con il miglior rapporto qualità prezzo? Una buona idea potrebbe essere quella di affidarsi a TripAdvisor: sarà così possibile filtrare i risultati per tipologia di cucina e soprattutto per vicinanza, così da organizzare al meglio i propri spostamenti in città.

Qualche esempio? Uno dei ristoranti più gettonati di Perugia è Civico 25, in Via della viola, in pieno centro storico a pochi passi dall’Università. Il menu varia a seconda della stagione.

Se siete in vena di mangiare pesce, sebbene la cucina Umbra non si basi troppo sul pescato, potrete andare a colpo sicuro da La maga Circe, anch’esso in pieno centro, aperto a pranzo e a cena. In Località Ponte San Giovanni troverete Noir, per gustare anche qui pesce freschissimo.

Tra le pizzerie vi segnaliamo Capri, Al mangiar bene (si tratta di una trattoria-pizzeria che predilige la filiera corta e il cibo biologico) e Il Cascinale (situato, però, in periferia, in zona Olmo).

Per gustare, infine, la vera cucina tradizionale umbra e festeggiare degnamente la Pasqua potrete optare per l’Osteria a Priori (tutti gli ingredienti provengono dalla regione stessa) o Wine Bartolo Hosteria, dove il vino sarà protagonista.

Volete un assaggio della cucina Perugina? Dopo un ricco antipasto misto (composto, tradizionalmente, da salumi e formaggi), potrete proseguire con un primo (agnolotti al sugo, pappardelle al cinghiale, strangozzi al tartufo o cappelletti in brodo) e un secondo (fagiano in salmì, oca arrosto o piccione arrosto ripieno). I più golosi non sapranno dire di no ai dolci: tra i più gustosi vi segnaliamo la crescionda, la castagnola, la cicerchiata, ma soprattutto la pizza dolce di Pasqua e la ciaramicola, il classico torcolo (ciambella) che si prepara durante la settimana di Pasqua.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi