Più belle per le occasioni speciali? La tossina botulinica nella medicina estetica.

medicoOccasioni speciali come Natale, Capodanno, compleanni importanti o anniversari richiedono non solo un certo tipo di outfit ma anche che si sia in splendida forma. Tante persone (uomini e donne) adottano uno stile di vita sano per raggiungere l’obiettivo, bevendo tanta acqua e tisane depurative, praticando sport in maniera moderata ma costante e mangiando sano e naturale. C’è poi chi ricorre ai trucchetti del make up, chi, infine, non soddisfatto e più esigente, preferisce affidarsi alla chirurgia estetica. Vediamo allora in cosa consistono i rimedi di questa branca della medicina per rendere più giovane un volto ed eliminare qualche ruga.

Filler di acido ialuronico o tossina botulinica per i trattamenti del volto: questione di gusti

All’interno della chirurgia estetica esistono diverse “azioni” che si possono intraprendere per contrastare l’avanzare del tempo. Parliamo sempre di interventi non invasivi e reversibili, con sostanze, cioè, che vengono riassorbite dopo qualche mese dall’organismo. Le due opzioni preferite dai pazienti/consumatori attenti alla loro bellezza sono: filler temporaneo di acido ialuronico da un lato oppure la tossina botulinica per il viso. Nel primo caso occorre fare una distinzione: i filler di acido ialuronico sono assolutamente diversi da quelli permanenti, poiché l’acido ialuronico è una sostanza presente nell’organismo umano e viene riassorbita dopo quattro/sei mesi. Il risultato è molto discreto e naturale e serve a dare freschezza al volto. Diversa la scelta della tossina botulinica, che conferisce risultati più marcati, anche se, a differenza di quanto comunemente si creda, ugualmente reversibili.

Per cosa è indicata la tossina botulinica e a chi è adatta?

Le iniezioni di tossina botulinica sul viso sono particolarmente indicate per coloro che cominciano a notare intense rughe di espressione sul viso, soprattutto nella sua parte superiore (fronte, zampe di gallina). Essa agisce paralizzando temporaneamente i muscoli mimici del volto, ma deve essere utilizzata da medici qualificati e specializzati, e non da semplici centri estetici. A differenza degli anni scorsi, quando ancora non esisteva una normativa rigorosa sull’utilizzo di tali sostanze, oggi ci sono dei rigidi protocolli che vengono eseguiti. Il ministero della Salute ha dunque autorizzato l’utilizzo della tossina botulinica esclusivamente ai medici chirurghi specialisti in dermatologia, neurologia, chirurgia plastica o chirurgia maxillofacciale, e raccomanda di non utilizzare questo trattamento su persone dall’età inferiore ai 18 anni e superiore ai 65 e mai su donne in stato di gravidanza. I risultati, anche in questo caso, durano fino a sei mesi, dopodiché il trattamento va ripetuto.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *