Come interpretare le candlesticks nel trading online

finanza mercatiI broker di trading online offrono numerose funzionalità che consentono al trader di analizzare l’andamento dei mercati, possibilmente prevedendo i trend e reagendo di conseguenza. I grafici sono lo strumento principe, per la loro immediatezza di lettura e la capacità di offrire una visualizzazione dei fenomeni finanziari nel momento in cui questi si sviluppano. Saper interpretarli è un’abilità che ogni buon negoziatore deve possedere nel suo bagaglio di conoscenze tecniche.

Tra le varie opzioni proposte dalle interfacce, le candele giapponesi o candlesticks sono decisamente tra le più diffuse. Si tratta di uno strumento grafico che fornisce informazioni circa l’andamento della quotazione di un asset entro un determinato arco di tempo.

In questa visualizzazione, risalta subito agli occhi la presenza di piccole colonne affiancate l’una all’altra, ognuna delle quali è colorata in rosso o in verde. Ovviamente indicano 2 direzioni differenti: le barre verdi indicano un rialzo del valore dell’asset, mentre quelle rosse un suo ribasso.

La lunghezza della colonna indica invece il cosiddetto timeframe, ossia il periodo di tempo a cui si fa riferimento. Alle estremità inferiori e superiori di ogni barra, si possono notare dei prolungamenti a forma di asta: questi indicano rispettivamente la quota minima e massima raggiunta dall’asset, sempre nell’arco di tempo preso in esame. Che cosa possiamo capire da questi segnali grafici?

Le candlesticks ci comunicano in modo immediato una serie di importanti informazioni di facile interpretazione che possono esserci molto utili in fase di investimento:

  • il colore della colonna ci indica se il valore dell’asset in un determinato periodo è salito (colore verde) o sceso (colore rosso);
  • il corpo della colonna visualizza il prezzo all’apertura (base) e alla chiusura (lato superiore);
  • i due prolungamenti, superiore ed inferiore, detti anche shadows, ci indicano i valori massimi e minimi che ha toccato la quotazione durante il timeframe di riferimento.

Questo strumento si rivelerà assai utile per tutte le tipologie di trading: operando con le opzioni binarie possiamo ottenere velocemente informazioni sulle quali basare i nostri ordini, ad esempio, di “touch / no touch” o ordini di tipo “range”; osservando le candele affiancate, possiamo individuare inoltre la presenza di trend o di punti rottura, dati essenziali per chi volesse negoziare con i CFD o con il Forex.

Come sempre vi invitiamo ad investire tempo e denaro nella vostra formazione perchè l’unica soluzione per avere successo nei mercati finanziari è quella di non credersi mai arrivati ma, al contrario, di continua a studiare le basi del trading.

Per maggiori informazioni: http://www.azioniborsa.net

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *