Pasqua a Pisa, tour virtuale alla scoperta di Campo dei Miracoli

torre di pisaNon è una Pasqua a Pisa senza una visita al celebre Campo dei Miracoli. Piazza del Duomo, conosciuta come Campo dei Miracoli e nota al mondo per la Torre pendente, è un concentrato di bellezze architettoniche dall’armonia strutturale rara. Non solo la Torre, ma anche il Duomo, il Battistero e il Camposanto vanno a comporre uno dei siti turistici più apprezzati del Bel Paese. Conosciamo questi monumenti uno per uno.

Emblema della Città di Pisa nel mondo, la Torre pendente è stata edificata tra il XII e il XIV secolo, su progetto di Diotisalvi, che in quello stesso periodo lavorava al Battistero. Alcuni errori di calcolo e diverse leggerezze geofisiche hanno portato a cedimenti importanti già nelle fondamenta del monumento, che ha così assunto la tipica connotazione inclinata. Tutti i visitatori della Città possono comunque stare tranquilli: a meno che non siano sovvertite le leggi della fisica, la loro Pasqua a Pisa non sarà rovinata dal crollo della Torre. Il monumento è visitabile tutti i giorni dalle 8,30 alle 20,30 (orari in vigore da aprile a settembre), con un biglietto del costo di 18 €.

Nato come tacito scontro tra Repubbliche Marinare, il Duomo di Pisa si erge su Campo dei Miracoli dal lontano 1064. Coetaneo della Basilica di San Marco in Venezia, la Cattedrale di Santa Maria Assunta sorge dalle carte dell’Architetto Buscheto, che con la sua miscellanea di stili – dalla tradizione classica a quella normanna, passando per l’arte paleocristiana e araba – ha di fatto aperto un varco su quello che sarebbe stato il Rinascimento Italiano. In primavera, la Cattedrale è aperta tutti i giorni, gratuitamente, dalle 8 alle 20.

Continuiamo il nostro viaggio in Piazza del Duomo visitando il Battistero. Ancora su progetto di Diotisalvi, il monumento risale al 1153. Baluardo del Rinascimento, il Battistero di Pisa è il più grande di tutta Italia. La differenza di materiali testimonia la mancanza di fondi per il completamento, così come l’assenza di affreschi all’interno della cupola. Aperto dalle 9 alle 18.30, il Battistero si può visitare con un biglietto di 5 €, che comprende un ingresso al museo dell’Opera del Duomo.

Per finire, il Camposanto Monumentale, costruito con delle semplici mura di marmo, racchiude le tombe dei pisani più illustri, sepolti in un luogo che i crociati resero sacro con la terra del Golgota. Gravemente danneggiato durante i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, il Camposanto è ancora in fase di restauro. Ingresso a 5 €, dalle 9 alle 18.30.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi