Atti notarili: come ottenere uno sconto sulla parcella

notaioI notai sono professionisti molto stimati, la cui collaborazione è necessaria in alcune situazioni, come ad esempio l’acquisto dell’abitazione o la divisione di un’eredità. Visto che la loro presenza è obbligatoria per legge, il costo è in molti casi particolarmente elevato, e correlato al valore del bene acquistato o venduto. Oggi però è possibile risparmiare sulla parcella del notaio. Come? Vediamolo insieme.

Richiedere uno sconto

Secondo un decreto legge del 2006 tutti i notai dovrebbero applicare uno sconto del 30% sulle spese per il rogito da effettuare durante la compravendita delle abitazioni adibite a prima casa dall’acquirente. Questa norma viene però applicata in modo bizzarro, del resto in Italia spesso avviene così. Il notaio infatti dovrebbe applicare lo sconto, in realtà, se il cliente non lo richiede il professionista fa lo gnorri ed evita di avvisarlo di questa possibilità, presentandogli la parcella senza sconto. Se però siamo pronti e informati, possiamo richiedere lo sconto del 30%, che il notaio è obbligato a farci, risparmiando così una buona parte della cifra richiesta.

Facciamo noi parte del lavoro

Quando si richiede l’aiuto del notaio spesso il costo finale della pratica è dovuto non solo alla redazione della stessa, ma anche alla preparazione di una serie di documenti, che in genere vengono lasciati totalmente nelle mani del notaio stesso. Nessuno però ci obbliga a fare in questo modo e, se pensiamo a quanto ci costa questa collaborazione, forse è il caso di evitarla. Possiamo quindi cercare in rete una lista delle documentazioni da preparare per una compravendita, selezionare quelle che si dovranno richiedere al notaio, lasciando il resto alla nostra buona volontà. Non sembra ma in questo modo si evitano spesso circa il 50% delle spese notarili, anche se, ovviamente, si dovrà perdere del tempo per produrre tuta la documentazione necessaria.

Atti cumulativi

Capita spesso che l’acquisto di un appartamento avvenga in concomitanza per un intero stabile. Ci si può infatti trovare nella situazione in cui un costruttore vende uno stabile con più appartamenti ad diversi acquirenti. In questo caso si possono contattare alcuni degli altri compratori, in modo da rivolgersi tutti assieme allo stesso notaio. Visto che il lavoro totale è molto ampio, si può richiedere uno sconto su ogni singola pratica, che per altro sono tute riferite al medesimo stabile e al medesimo venditore, con evidente risparmio di tempo anche per il notaio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi