Cosa sono le calandre

plasticaLe calandre sono macchine utensili che vengono adoperate nell’industria cartaria e nel settore metallurgico, ma anche in ambito tessile e per la produzione della gomma. Esse sono costituite da due o più cilindri rotanti che sono realizzati in ghisa o in acciaio: il materiale che deve essere lavorato viene fatto passare proprio tra i cilindri. Con le calandre, si può effettuare il processo di produzione industriale che prende il nome di calandratura, e che presuppone una deformazione plastica tramite la quale è possibile realizzare o trasformare profilati metallici o fogli di materiale. Si parla, a seconda dei casi, di calandratura della lamiera metallica, di calandratura della plastica o di calandratura della gomma.

Il meccanismo di funzionamento di una calandra, in realtà, è piuttosto semplice, dal momento che si basa sul cambiamento della forma della lamiera che si verifica nel momento in cui essa si incurva passando tra i rulli. Per procedere alla calandratura della plastica e della gomma, si fa riferimento a calandre che sono costituite da rulli che ruotano a velocità ridotte e che sono caratterizzati da assi paralleli la cui distanza può essere regolata in base alle necessità. Il processo presuppone che la materia plastica allo stato pastoso (o la mescola di gomma non vulcanizzata) sia fatta passare nel mezzo delle coppie di rulli, un po’ come avviene con la laminazione dei metalli: in questo modo si ottengono le lastre o i fogli che si desiderano, secondo lo spessore ricercato.

Nel caso della calandratura di una lamiera in metallo, invece, c’è bisogno di calandre con tre o quattro rulli, sempre ad assi paralleli: essi sono posizionati in maniera tale che sia necessaria una traiettoria circolare per far sì che il foglio di lamiera riesca a passare tra i rulli stessi. Per modificare il raggio di curvatura, non bisogna far altro che intervenire direttamente sulla reciproca posizione dei rulli: in questo modo si ha la possibilità di scegliere tra una forma a cilindro e una forma a cono. Con delle calandre specifiche, inoltre, i profilati metallici possono essere curvati a freddo. Si parla, infine, di calandratura tessile per fare riferimento al finissaggio di tessuti che viene realizzato con il mangano. I tessuti così assumono un aspetto lucido.

Le più moderne macchine per la lavorazione di lamiera e profilati vengono messe a disposizione da Imcar, una realtà ben consolidata nel settore grazie all’esperienza maturata nel corso degli anni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi