Prodotti lattiero caseari, sono utili contro il diabete e l’ipertensione?

pill-3069032__340I tassi di diabete di tipo 2 e di ipertensione, o di ipertensione arteriosa, sono in aumento in buona parte del mondo. Allo stato attuale, gli esperti stimano che circa 34 milioni di persone negli soli Stati Uniti abbiano il diabete, e quasi la metà della popolazione adulta è affetta da ipertensione. I tassi sono in aumento anche in altre parti del mondo, in particolare in Occidente.

Di conseguenza, gli operatori sanitari sono impegnati a capire come prevenire queste malattie. Poiché una dieta non salutare è un fattore di rischio significativo per entrambi i problemi, l’adeguamento della dieta sembra essere un approccio promettente.

I prodotti lattiero-caseari sono di particolare interesse, a seguito di ricerche che indicano che il consumo di prodotti lattiero-caseari è associato a una minore pressione sanguigna. Gli studi hanno anche dimostrato che il consumo di più latticini è legato a un minor rischio di diabete.

Tuttavia, la maggior parte di questa ricerca ha incluso solo partecipanti in Europa e Nord America, il che ha limitato la generalizzabilità dei risultati.

Ora, un grande studio internazionale di dati di quasi 150.000 persone ha concluso che un maggiore consumo di latticini, soprattutto di varietà di grassi integrali, è associato a un minor rischio di diabete e di ipertensione arteriosa. Lo studio ha anche concluso che l’aumento del consumo di latte intero grasso è stato associato a tassi più bassi di sindrome metabolica – un gruppo di sintomi che aumentano il rischio di malattie cardiache.

I risultati sono pubblicati sulla rivista BMJ Open Diabetes Research & Care.

L’indagine ha incluso i dati di 147.812 persone provenienti da 21 paesi, che abbracciano l’Asia, il Nord e il Sud America, l’Africa e l’Europa. I partecipanti hanno avuto un’età compresa tra i 35 e i 70 anni.

I ricercatori hanno appreso l’assunzione di cibo da parte dei partecipanti nell’arco di un anno, utilizzando questionari. Su questi, i partecipanti hanno registrato il numero di volte che hanno consumato specifici prodotti da una lista, con un follow-up medio di 9 anni.

Tra i prodotti caseari della lista c’erano latte, yogurt, formaggio e piatti preparati con latte. I ricercatori non hanno incorporato nell’analisi complessiva i dati sull’assunzione di burro e panna, in quanto non erano comuni in molte delle aree dei partecipanti. Tuttavia, il team ha valutato separatamente le associazioni tra l’assunzione e i risultati sulla salute. I prodotti lattiero-caseari sono stati classificati come grassi integrali, come il latte intero, o a basso contenuto di grassi, come il latte scremato. I ricercatori hanno anche considerato le informazioni sulla storia medica di ogni partecipante, le prescrizioni, l’educazione, la pressione sanguigna, la circonferenza della vita e i livelli di glucosio e di grasso nel sangue. Queste ultime misurazioni sono importanti per determinare se una persona soffre di sindrome metabolica o di diabete di tipo 2.

Ebbene, i risultati dello studio hanno mostrato che, in media, le persone mangiavano 179 grammi di latticini al giorno. Si tratta di poco meno di un bicchiere di latte o di una tazza di yogurt al giorno, ognuno dei quali misura 244 grammi.

Le persone in Europa e in Nord e Sud America, in media, hanno mangiato più latte di quelle in Asia e in Africa. Anche in Europa e in Nord America la gente tendeva a mangiare più prodotti caseari a basso contenuto di grassi, mentre quelli di altre regioni consumavano più varietà di grassi interi.

Quando si analizzano le associazioni, i ricercatori hanno trovato che avere almeno 2 porzioni di latticini al giorno è stato associato con un rischio inferiore del 24% di sindrome metabolica, rispetto ad avere nessun latticino a tutti.

Avendo almeno 2 porzioni di latticini integrali, nel frattempo, è stato associato con un rischio inferiore del 28% di sindrome metabolica. Il consumo di soli latticini a basso contenuto di grassi non era associato ad una riduzione del rischio di sindrome metabolica.

Sebbene l’assunzione di burro era anche associata ad un minor rischio di sindrome metabolica, il consumo era molto basso, in media 3 grammi al giorno, e i dati disponibili erano limitati.

E’ così stato scoperto che disporre di almeno 2 porzioni al giorno di qualsiasi prodotto lattiero caseario è stato anche associato ad un rischio inferiore dell’11-12% di avere sia il diabete che l’ipertensione arteriosa. L’associazione era più forte in coloro che consumavano latticini integrali.

Riassumendo i risultati, ha detto il coautore dello studio Andrew Mente, Ph.D., un ricercatore principale presso il Population Health Research Institute, a Hamilton, Ontario: “L’aumento dell’assunzione di prodotti lattiero-caseari, come latte, yogurt e formaggio, in particolare i latticini integrali piuttosto che quelli a basso contenuto di grassi, è associato ad una minore prevalenza della sindrome metabolica e ad un minor rischio di sviluppare ipertensione e diabete“.

I risultati possono sembrare controintuitivi, poiché molte persone tendono a pensare che i prodotti a base di grassi interi siano meno salutari rispetto alle alternative a ridotto contenuto di grassi. Gli autori sperano di sfatare questo mito.

“Gli alimenti lattiero-caseari e il grasso dei latticini forniscono proteine di alta qualità e una vasta gamma di vitamine e minerali essenziali, tra cui calcio, magnesio, potassio, zinco, fosforo e vitamine A, B-12 e riboflavina“, spiega Mente.

Anche se non è ancora chiaro come i prodotti caseari possano proteggere contro i problemi di salute in questione, i ricercatori sperano di confermare i loro risultati in grandi studi a lungo termine. Se le loro conclusioni sono confermate, dicono i ricercatori, aumentando il consumo di prodotti lattiero-caseari potrebbe rivelarsi un “approccio fattibile e a basso costo” per ridurre i tassi di sindrome metabolica, alta pressione sanguigna e diabete in tutto il mondo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi