Attrezzatura per sollevamento: quale scegliere

chains-919058__340Fin dai tempi antichi l’uomo di è visto costretto a sollevare grossi carichi. Tuttavia non sempre la sola forza fisica è servita per portare a termine questo compito e in più di un’occasione ha dovuto quindi ingegnarsi per trovare modi che gli permettessero di sollevare carichi che andassero ben al di la delle sue possibilità.

Proprio per questo è nata quella che viene definita attrezzatura per sollevamento.

Quello che ci chiediamo però è come si possa scegliere quella più adatta e quali sono le diverse attrezzature per sollevamento.

Paranchi  e tipologie

Le attrezzature da sollevamento più conosciute sono senza dubbio i paranchi i quali sono caratterizzati da sistemi (manuali e non) che permettono di sollevare anche grossi pesi.

La prima tipologia di paranco è sicuramente quella manuale la quale sfrutta delle catene e un sistema di ingranaggi per permettere il sollevamento di pesi anche molto importanti.

Nello specifico il paranco manuale è costituito da due ganci i quali svolgono due funzioni completamente differenti. Il primo serve per agganciare il carico. Importante a tal proposito agganciarlo correttamente facendo magari anche qualche giro di catena in modo da essere totalmente certi che regga.

Il secondo gancio invece ha lo scopo di assicurare il paranco ad una struttura solida. Questa deve naturalmente essere in grado di sopportare il peso della merce o degli oggetti da sollevare.

Una volta agganciato basta tirare manualmente la catena per esercitare una forza (grazie agli ingranaggi) pari anche a 500 Kg.

Paranco elettrico

Il paranco elettrico è una modalità di paranco molto più specifica che permette di sollevare carichi molto più pesanti rispetto a quello manuale.

In particolare il lavoro dell’uomo viene sostituito da un sistema elettrico il quale permette il sollevamento secondo degli appositi controlli.

Nello specifico si può impostare il sollevamento e la discesa rapida nel caso in cui bisogna sollevare carichi non particolarmente a rischio in tempo brevi, il sollevamento e la discesa lenta per carichi molto pesanti e che rischiano di danneggiarsi e infine l’arresto di emergenza che permette di bloccare immediatamente il paranco nel caso in cui vi sia qualche tipo di pericolo.

Naturalmente anche i paranchi elettrici, pur sopportando pesi più elevati, presentano una portata massima che è sempre da rispettare.

Per acquistare dei paranchi elettrici di qualità il consiglio è di visitare lo store online di Link Spa in modo da scegliere il modello che meglio rispecchia le proprie esigenze.

Paranchi pneumatici e idraulici

Le ultime due tipologie di paranchi sono quelli pneumatici e idraulici. Nello specifico il primo (pneumatico) presenta lo stesso principio di funzionamento di quello manuale anche se per essere azionato necessita di un compressore.

Si tratta di uno strumento molto più silenzioso rispetto agli altri anche se risulta un tantino più difficile da manovrare.

Il paranco idraulico è molto simile a quello pneumatico e presenta bene o male gli stessi vantaggi e svantaggi. L’unica differenza è che richiede una fonte idraulica nelle vicinanze per essere utilizzato.

Solitamente è sfruttato per lavori di precisione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi