Come arredare la villa al mare?

casa mareE’ la nostra seconda casa, ma a volte anche la prima, dipende dai gusti e dalle opportunità. E’ la villa al mare, quella che oggi si ritrova, per chi la usa come abitazione per le vacanze, chi è stato bravo a risparmiare, a custodire l’eredità di famiglia o a investire nel mattone! Se è il vostro caso, se avete acquistato una villa al mare e volete arredarla per godervela nei mesi estivi, oppure se volete rifarne l’arredamento per ammodernarla, ecco qualche suggerimento e consiglio. Praticità e sicurezza sono le due parole chiave del nostro articolo, ma andiamo per gradi. Ognuno ha un suo gusto personale in fatto d’arredamento, questo è indubbio, ma ci sono delle tendenze che, anche inconsapevolmente, si tende a replicare. Questo è ciò che accade, ad esempio, con l’arredamento. Non stupisce che una casa al mare sia arredata in base ad alcuni toni di colore, bianco, blu, colori pastello ma tenui, come non stupisce trovare all’interno di una abitazione al mare, oggetti marini, pesci, conchiglie, reti da pescatore appese al muro, timoni, bottiglie con sabbia al loro interno. E’ normale voler dare all’arredamento un’impronta a tema con l’ambiente in cui si trova la casa. Non è detto, però, che tutti debbano orientarsi per questa scelta, anzi, sarebbe anche bene diversificare e distinguersi dagli altri. Quello che bisogna fissare come priorità nella scelta dell’arredamento di una villa al mare sono concetti di valore, e la praticità è uno di questi, come anche la sicurezza. Il motivo è presto detto. Non è una villa abitata, il più delle volte, quindi è meta possibile di chi potrebbe immaginare che all’interno di questa dimora disabitata per la maggior parte dell’anno vi siano oggetti da rubare. La praticità, perché si tratta di una villa che deve ospitarci in estate, al mare, quindi abbiamo bisogno di avere alcuni comfort legati alla location e al periodo in cui viviamo lì. E come mettere in pratica questi due aspetti, la praticità e la sicurezza? Vediamo. Rispetto alla praticità, possiamo scegliere un mobilio che non si fa fatica a spostare, che non sia troppo ingombrante e impegnativo da pulire, perché a chi va di pulire in estate? E immaginate quanta sabbia e quante altre cose entrano in casa? La scelta dovrebbe propendere per tavoli in legno grezzo, divani in tessuto, sfoderabili, che si possa lavare. I tessuti devono essere facilmente lavabili (il cotone è ideale per i cuscini e le tovaglie) e leggeri (il lino per i tendaggi e la biancheria). Seppure belle le cose che potrete scegliere per l’arredamento di interni di questa abitazione, dovrete puntare alla rapidità di gestione. Tutto deve essere risolvibile in poche mosse. Una sala importante è quella della cucina, che deve essere funzionale e con ampi spazi aperti: spazio cottura, frigo e tavolo con sedie sono gli unici complementi indispensabili. Siete al mare, non dimenticatelo, quindi niente elaborazioni strane a complicarvi le giornate. Evitate gingilli, vasi, centrotavola, piatti e bicchieri delicati, qui non vi serviranno! Al mare si può essere meno formali e puntare su uno stile personale, anche creato da un bel mix di mood e ispirazioni, ma sempre con un tocco disimpegnato, insomma tipico di una vacanza. Per quanto riguarda i pavimenti, non sottovalutate la questione, perché pensate che avete a che fare con la sabbia, ma anche con tutta la gestione di casa in un momento estivo, quando si vive di più in compagnia, quindi ripulire poi non è il massimo in certe situazioni. Potreste scegliere delle piastrelle lisce e facilmente lavabili oppure in pietra. Il concetto della praticità lo abbiamo spiegato abbastanza bene. Passiamo ora a quello della sicurezza, che è anche molto importante, forse di più, perché riguarda un aspetto attuale da prendere seriamente. I ladri sono dappertutto, ma capita sovente che prendano di mira le abitazioni nelle periferie.

Come evitare di essere oggetto di intrusioni? Sicuramente è fondamentale che la villa sia ben protetta mediante tutti i più comuni dispositivi esistenti: porte blindate, allarme, finestre con grate, video-sorveglianza, ma anche recinzioni e cancelli appositi.

Per recinzioni e ringhiere in ferro, che sono anche elementi d’arredo esterni, immaginando di avere una terrazza oppure un giardino molto grande, che si presta e che necessita di questi complementi, si può optare per quelli in ferro battuto, bellissimi e molto ornamentali!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi