Come scegliere il rubinetto della cucina: caratteristiche e differenze

Miscelatore bicomando o monocomando

La prima caratteristica che differenzia i vari tipi di rubinetti da cucina e che bisogna valutare prima dell’acquisto riguarda la presenza di uno o due comandi per l’erogazione dell’acqua calda e fredda.

Mentre i modelli bicomando dispongono di due leve o, più comunemente, di due manopole che permettono di erogare separatamente acqua calda e acqua fredda, quelli monocomando sono dotati di un’unica leva. A seconda del grado di apertura e dello spostamento verso destra o sinistra, la leva consente di modificare sia la potenza del getto sia la temperatura dell’acqua.

Tipo di getto

I rubinetti possono disporre di un unico tipo di getto oppure di due getti regolabili a seconda delle necessità del momento. In questo secondo caso si potrà ad esempio utilizzare il getto a doccia per rinfrescare la verdura e passare al getto a lama per lavare le stoviglie oppure per riempire con l’acqua una bottiglia.

Da parete o ad appoggio

In base alle caratteristiche della cucina, si potrà optare per un tradizionale rubinetto ad appoggio, ossia collegato direttamente al lavello, oppure a parete. La seconda soluzione viene solitamente scelta quando il lavello non offre spazio sufficiente per l’installazione del rubinetto.

I rubinetti sottofinestra

Nel caso in cui il lavello fosse posizionato in corrispondenza di una finestra, si potrebbe optare per un rubinetto che, dopo l’utilizzo, possa essere piegato; in questo modo si eliminerà l’ingombro e si potranno aprire le ante senza problemi.

Acqua filtrata, gassata e fredda

L’acqua che arriva nelle nostre cucine è nella maggior parte dei casi potabile, quindi può essere utilizzata senza problemi anche per uso alimentare. Al suo interno possono però essere presenti alcune particelle inquinanti, dannose per l’organismo, la cui presenza dipende da vari fattori: tubature vecchie, materiali non conformi e via dicendo. Per eliminare qualsiasi tipo di rischio è possibile dotare la propria cucina di un depuratore che permetta di bere acqua pulita e sicura. Alcuni modelli offrono la possibilità di ottenere non solo acqua depurata, ma anche gasata o aromatizzata e, in alcuni casi, persino ghiacciata.

Per poter sfruttare al massimo le potenzialità di questo tipo di apparecchio nelle abitazioni private, è possibile acquistare un modello collegabile al rubinetto. A seconda del tipo di acqua che si desidera far uscire dal rubinetto collegato al depuratore, sarà necessario scegliere un modello a 3. 4 o 5 vie.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi