Mal di denti: cos’è e da cosa può essere causato

Il mal di denti è un dolore che si verifica all’interno o intorno a un dente, come le strutture gengivali e ossee circostanti. Di solito si avverte il dolore del mal di denti come un dolore costante o intermittente che non passa. I cambiamenti di temperatura, come l’esposizione a bevande fredde o la pressione sul dente durante la masticazione, possono stimolare il mal di denti. In altri casi, il dolore ai denti può sorgere spontaneamente senza alcuna stimolazione.

Cosa causa il mal di denti?

Le cause del mal di denti sono numerose. Cerchiamo di riassumere di seguito le principali.

Lesioni o traumi al dente

La lesione è comunemente il risultato di una carie. Le persone di solito sentono le carie quando diventano più grandi e più profonde negli strati della struttura del dente. Lo smalto è lo strato duro ed esterno del dente, e la dentina è lo strato più morbido sotto lo smalto, con minuscoli tubi microscopici che hanno origine dal centro del dente. La camera pulpare contiene invece la polpa, composta da vasi sanguigni e nervi. Se la carie supera lo smalto e arriva alla dentina, può talvolta causare disagio. Una cavità più profonda che si avvicina al centro del dente causerà probabilmente dolore perché c’è più danno al dente e c’è meno struttura dentale per isolare e proteggere la polpa.

Ascesso

Questa infezione ha origine all’interno del dente e si diffonde alla radice e all’osso circostante.

Danni al dente

La frattura di un dente può esporre la dentina sensibile o anche la polpa. A volte le fratture non sono evidenti anche se la linea di frattura può arrivare in profondità nel dente, causando dolore al dente ogni volta che si fa pressione su di esso con il morso o la masticazione.

Bruxismo

Il bruxismo è spesso fatto inconsciamente e di notte. Sfortunatamente, il bruxismo causa danni ai denti e a volte irrita i nervi al punto che i denti diventano sensibili.

Infezione gengivale o malattia gengivale

Il parodonto riguarda la gengiva, il legamento gengivale e l’osso che circondano e ancorano i denti. Le prime fasi dei problemi gengivali di solito coinvolgono la gengiva infiammata, chiamata gengivite. La gengiva è di solito rossa, gonfia e sanguina facilmente. Un problema gengivale può progredire fino ad includere l’osso mascellare che circonda i denti e rappresenta le fasi successive della malattia gengivale (o “parodontite”) dove c’è una perdita avanzata di osso intorno ai denti.

Sinusite

Poiché le radici dei molari superiori sono molto vicine alle cavità del seno mascellare, l’infiammazione delle cavità del seno può causare la sensibilità di questi molari e la sensazione di mal di denti.

Denti del giudizio

I terzi molari, chiamati anche denti del giudizio, sono gli ultimi denti permanenti ad apparire nella bocca. Il più delle volte non c’è abbastanza spazio per questi molari nella bocca. Di conseguenza, i terzi molari rimangono completamente o parzialmente intrappolati nell’osso mascellare e sotto la gengiva. A causa della scarsa accessibilità, è difficile pulire correttamente i terzi molari parzialmente esposti; quindi, queste aree sono suscettibili di problemi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi